venerdì, dicembre 31, 2010

Itunes e OPENDNS o i DNS di Google

Stando a quanto scrive tale Joe Maller, pare che utilizzare Itunes insieme ai DNS di Google o a OpenDNS sia una pessima idea.
In pratica lui stava per vedere una puntata di una serie televisiva sulla sua nuova Google TV e il tempo stimato per il download pareva essere di circa 2 ore. Alla fine la soluzione che gli ha permesso di scaricare tutto in circa 20 secondi è stata quella di cambiare il provider DNS.
Sembra che Itunes utilizzi un sistema di geolocalizzazione fornito da Akamai che ragiona in base a quale server DNS venga utilizzato dal cliente. Sulla base del DNS viene veicolata la richiesta al server più 'consono'. Peccato che usando OpenDNS o GoogleDNS si stia usando dei dns moltoaffollati e che tutte le richieste vadano verso lo stesso server che diventa lentissimo rischiando il collasso.
Il consiglio di Joe quindi è di usare il DNS del proprio provider (alice, tiscali, teletu etc etc) così che Akamai ci diriga verso un server di download sicuramente più libero.

p.s. visto che siamo al 31.12 mi vien da dire AUGURI !!

mercoledì, dicembre 22, 2010

ahi ahi Sky...pe

Oggi giornataccia per i servizi: stamane RAI Radio2 non si sentiva (almeno qui sul Lago Maggiore), oggi Skype che non ne vuol sapere di funzionare... Siamo messi bene.
Insomma è praticamente da svariate ore che il servizio di telefonia Voip più conosciuto al mondo ha seri problemi di funzionamento. La sua rete distribuita di computer che lo tengono in piedi, per un qualche diavolo di motivo legato a dei bachi in una non meglio specificata release del software è parzialmente crollata.
Dopo aver comunicato al mondo via Twitter (ironia della sorte) che in effetti molti avrebbero avuto problemi ma che stavano investigando circa le cause, ecco qui sotto la risposta più completa che l'azienda ha voluto dare al popolo di internet.
Skype isn’t a network like a conventional phone or IM network – instead, it relies on millions of individual connections between computers and phones to keep things up and running. Some of these computers are what we call ‘supernodes’ – they act a bit like phone directories for Skype. If you want to talk to someone, and your Skype app can’t find them immediately (for example, because they’re connecting from a different location or from a different device) your computer or phone will first try to find a supernode to figure out how to reach them.

Under normal circumstances, there are a large number of supernodes available. Unfortunately, today, many of them were taken offline by a problem affecting some versions of Skype. As Skype relies on being able to maintain contact with supernodes, it may appear offline for some of you.

What are we doing to help? Our engineers are creating new ‘mega-supernodes’ as fast as they can, which should gradually return things to normal. This may take a few hours, and we sincerely apologise for the disruption to your conversations. Some features, like group video calling, may take longer to return to normal.

Insomma una risposta in pseudotecnopolitichese dove vorrebbero darti a bere delle motivazioni, ma che sinceramente mi lasciano un po' con la sensazione che qualcosa manchi.
Ad ogni modo una figura da cioccolatai di questo genere proprio nel periodo in cui Skype sta cercando di fare il grande salto proponendosi con dei servizi Business per le aziende, di certo non porterà buoni frutti. Quindi speriamo che il nuovo CEO rubato da poco a Cisco System proprio per cercare di far fare il salto di qualità a Skype sappia in qualche modo addolcire la pillola che al momento risulta essere piuttosto sgradevole. Auguri (... è Natale)

RADIO RAI

Come al Solito quando parlo della RAI parto con la polemica, ma sembra che lo facciano apposta.
Ma veniamo rapidamente ai fatti: stamane accendo la radio come tutte le mattine e sento solo un ronzio. Sicuramente le condizioni meteo non hanno contribuito e il ripetitore deve essere "saltato".
A queso punto decido di andare in internet e ascoltare la diretta via web, quindi vado sul portale di Radio2 e in bella vista c'è il bottone per l'ascolto Live. Lo premo, si apre una bella schermatina con un player e... NON sento nulla.
A questo punto c'è un piccolo link con scritto 'risoluzione problemi' dal quale mi si informa che per me che uso Linux (il cugino povero dei sistemi operativi) se voglio c'è la possibilità di usare il VLC con uno dei link sotto elencati: bella notizia, peccato che poi i link non siano cliccabili. COMPLIMENTI!!!
Visto l'antefatto siamo finalmente a l'oggetto di questo post: siccome penso che possa far piacere a tutti (anche a chi usa Windows) di ascoltare la radio RAI attraverso il proprio player multimediale preferito, vi riporto l'elenco dei canali ascoltabili e soprattutto CLICCABILI!

Radio 1: http://mediapolis.rai.it/relinker/relinkerServlet.htm?cont=162834
Radio 2: http://mediapolis.rai.it/relinker/relinkerServlet.htm?cont=162063
Radio 3: http://mediapolis.rai.it/relinker/relinkerServlet.htm?cont=162841
Filodiffusione 4: http://mediapolis.rai.it/relinker/relinkerServlet.htm?cont=173799
Filodiffusione 5: http://mediapolis.rai.it/relinker/relinkerServlet.htm?cont=173832
Isoradio: http://mediapolis.rai.it/relinker/relinkerServlet.htm?cont=173875
Gr Parlamento: http://mediapolis.rai.it/relinker/relinkerServlet.htm?cont=173879
Rai Italia Radio: http://mediapolis.rai.it/relinker/relinkerServlet.htm?cont=173887
WebRadio WR6: http://mediapolis.rai.it/relinker/relinkerServlet.htm?cont=174078
WebRadio WR7: http://mediapolis.rai.it/relinker/relinkerServlet.htm?cont=174083
WebRadio WR8: http://mediapolis.rai.it/relinker/relinkerServlet.htm?cont=174086

martedì, dicembre 21, 2010

BUONE FESTE !!

Ci siamo: anche quest'anno siamo arrivati a Natale, e tirando le somme a parte una stanchezza epocale direi che questo è stato un anno di grandi soddisfazioni e riconoscimenti.
Ne approfitto quindi per ringraziare tutti coloro che in un modo o nell'altro hanno dimostrato la loro amicizia e affetto e mi hanno aiutato in questo 2010 pieno di novità.
E anche per quest'anno un piccolo regalo musicale: Ascoltatevi questa bella compilation natalizia su Jamendo, il più importante sito di musica libera nel panorama internet mondiale.

mercoledì, dicembre 15, 2010

Toto' e i voti dei gonzi, i burini, i fessacchiotti

E noi siamo ancora qui a parlarne, a farci il sangue amaro: ma questo spezzone del grande Totò risale al 1963 e direi che la dice lunga. Evviva il mercato delle vacche !!

domenica, dicembre 12, 2010

Aggiornamenti...


Una delle domande che più ricorre con i clienti poco avvezzi all'informatica è: "ma gli aggiornamenti li devo fare ?".
La risposta ovviamente è "certo che si!".
Il motivo è semplice, la maggior parte degli aggiornamenti che ci vengono proposti non sono tanto miglioramenti funzionali ma correzioni che tappano falle di sicurezza. In pratica quello che succede è semplice, si scoprono delle vulnerabilità in un programma e quelli che creano i virus e malware vari le sfruttano per far leva e rompere nel nostro computer con facilità. E' quindi chiaro che correggere queste vulnerabilità rende più sicuro il computer e meno attaccabile dai virus: certo qualcuno mi dirà che a furia di aggiornare le cose il sistema si rallenta, ma se non volete passare a linux questa è la realtà.
Oggi ad esempio Mozilla Firefox si è aggiornato alla versione 3.6.13 che in pratica non porta nessuna novità se non che correzioni a diverse vulnerabilità: a questo indirizzo ne trovate la lista.
Per concludere direi che se qualcuno di questi aggiornamenti si presenta è bene eseguirili:
  • Aggiornamenti di Windows
  • Adobe Flash
  • Adobe Acrobat Reader
  • Java
  • Mozilla Firefox
  • Mozilla Thunderbird
  • Google Chrome
  • Openoffice.org

sabato, dicembre 11, 2010

Tutti i riferimenti per l'assistenza

Ostia!! (lido) oggi ben due post: ma la tabella che ho appena scovato meritava di essere messa a condivisione di tutti.
In pratica da qui dovrebbe poter essere raggiungibili le pagine dedicate all'assistenza per la maggior parte dei player nazionali nel campo della tecnologia: Vi serve l'assistenza per Asus ? qui c'è. Cercavate USRobotics, Samsung, Philips ?? Le abbiamo tutte ...
Spero possa esservi utile, come potraà essere SARDU di cui parlo nell'altro post odierno.

Produttore Link
ACER MONITOR & VIDEOPR.CONSUMER http://www.acer.it/acereuro/page74.do?UserCtxParam=0&GroupCt .....
Apc http://www.apcc.com/support/index.cfm
ASUS DESKTOP http://support.asus.com/default.aspx?SLanguage=en-us
Asus Notebook http://support.asus.com/default.aspx?SLanguage=en-us
Autodesk http://www.autodesk.it/adsk/servlet/index?siteID=457036&id=1 .....
AXIS VIDEOSORVEGLIANZA http://it.esprinet.com/ftp/ftproot/docs/AXS_listino_giugno_2 .....
BENQ http://www.benq.it/
Brother http://www.brother.it/sp_pcerca.asp
Canon IT Consumabili http://www.canon.it/Support/index.asp
Canon Office http://www.canon.it/Support/index.asp
Canon Office Consumabili http://www.canon.it/Support/index.asp
Canon periferiche http://www.canon.it/Support/index.asp
Canon Professional Office http://www.canon.it/Support/index.asp
Cisco Systems http://www.cisco.com/en/US/support/index.html
Corsair http://www.corsair.com/corsair/products.html
Datalogic Scanning http://www.datalogic.it/_vti_g2_dwnlhome.aspx?rpstry=13_
Digicom http://www.digicom.it/immagini/supporto/Supporto.gif
D-Link http://www.dlink.it/?go=jN7uAYLx/oIJaWVTAL0ZU93ygJVYLelXSNvh .....
Eaton http://www.mgeups.com/download/softlib.htm
Epson http://esupport.epson-europe.com/SupportHome.aspx?lng=it-IT
Epson Consumabili http://esupport.epson-europe.com/SupportHome.aspx?lng=it-IT& .....
FUJITSU http://www.fujitsu-siemens.it/support/index.html
Geil http://www.geil.com.tw/download
Hamlet http://www.hamletcom.com/Support.aspx?sid=121c31ae3c1d4678a0 .....
HP Alpha http://welcome.hp.com/country/it/it/support.html?pageDisplay .....
HP Consumabili http://welcome.hp.com/country/it/it/support.html?pageDisplay .....
HP Digitale http://welcome.hp.com/country/it/it/support.html?pageDisplay .....
HP Networking http://welcome.hp.com/country/it/it/support.html?pageDisplay .....
Hp Pc/Nb/Srv http://welcome.hp.com/country/it/it/support.html?pageDisplay .....
Hp Periferiche http://it.esprinet.com/ftp/ftproot/docs/HPA_01Aprile09IPG.zi .....
Hp Presario/Pavilion http://welcome.hp.com/country/it/it/support.html?pageDisplay .....
Hp Services http://it.esprinet.com/ftp/ftproot/docs/HPB_OperationGuide_f .....
Hp Storage http://welcome.hp.com/country/it/it/support.html?pageDisplay .....
Hp Storage Enterprise http://welcome.hp.com/country/it/it/support.html?pageDisplay .....
Hp Unix http://welcome.hp.com/country/it/it/support.html?pageDisplay .....
IBM Server/Workstation http://www.ibm.com/it/
IBM Storage http://www.ibm.com/it/
Imation Consumabili http://partner.imation.com/portal/page?_pageid=553,1780409&_ .....
Iomega ftp://ftp.esprinet.com/Listini/Iom/Iomega 040607.zip
Kingston http://www.kingston.com/support/default.asp
Konica Minolta http://www.konicaminolta.it/supporto/index.asp
Kyocera Mita Consumabili http://www.kyoceramita.it/index/assistenza___supporto/downlo .....
Lenovo PC/NB http://www-307.ibm.com/pc/support/site.wss/document.do?sites .....
Lexmark http://www.lexmark.it/uncomplicate/channel/home/0,7057,25676 .....
Lexmark Consumabili http://www.lexmark.it/uncomplicate/channel/sub/home/0,7067,2 .....
LG Monitor http://it.lge.com/support/support.jsp
Linksys http://www-it.linksys.com/servlet/Satellite?c=L_Content_C1&c .....
Microsoft http://support.microsoft.com/?ln=IT
Minolta Consumabili http://www.konicaminolta.it/supporto/index.asp
Nec http://www.nec.it/img/informatica/header_prodotti.jpg
Nec Monitor http://www.nec-display-solutions.it/coremedia/generator/inde .....
Netgear http://kbserver.netgear.com/main.asp
OBERON http://it.esprinet.com/ftp/ftproot/docs/OBE_listino_luglio_2 .....
OCZ http://www.ocztechnology.com/support/
Oki http://italy.oki.com/fcgi-bin/public.fcgi?pid=65&cfid=183&ci .....
Olivetti Office http://www.olivetti.it/site/public/support.asp
Panasonic Consumabili http://www.panasonic.it/Customer_Main.asp?M=8|1
Panasonic Cordless http://www.panasonic.it/Customer_Main.asp?M=8|1
Panasonic Office http://www.panasonic.it/Customer_Main.asp?M=8|1
Philips http://www.support.philips.com/support/html/index_it_it.html .....
Philips Office http://www.sagem.com/support/site/page_accueil.php
Ricoh Consumabili http://www.ricoh-support.com/enduser/home/default.asp?langID .....
Ricoh Office http://www.ricoh-support.com/enduser/home/default.asp?langID .....
Riello UPS http://www.riello-ups.com/downloads.asp?language=ita
Sagem Fissi/Cordless http://www.sagem.com/support/site/page_accueil.php
Samsung http://www.samsung.com/it/support/index.asp
Samsung Consumabili http://www.samsung.com/it/download/index.htm
SAMSUNG NOTEBOOK http://www.samsung.com/it/support/index.asp
SAMSUNG OFFICE http://www.samsung.com/it/download/index.htm
Samsung Stampanti http://www.samsung.com/it/support/index.asp
Samtron http://www.samtron.com/download/download_01.html
Sharp Consumabili http://www.sharp.it/download.cgi?PHPSESSID=7294d08d575c9de7b .....
Sharp Office http://ftp.sharp.it/userspublic/files.cgi?action=list_dir&ve .....
Siemens Fissi/Cordless http://gigaset.siemens.com/shc/0,1935,it_it_0_34632_rArNrNrN .....
Sony Consumabili http://www.sony.it/section/home
Sony IP Monitoring http://www.sonybiz.net/cgi-bin/bvisapi.dll/templates/sc_home .....
Sony Videoconference http://www.sonybiz.net/cgi-bin/bvisapi.dll/templates/sc_home .....
Toshiba http://it.computers.toshiba-europe.com/cgi-bin/ToshibaCSG/ge .....
Toshiba Entertainment http://www.toshiba.de/projektoren/pages/super_service.asp?Ac .....
Transcend http://www.transcend.nl/support/index.asp?Func1No=2&LangNo=0
US. Robotics http://www.usr-emea.com/support/s-main-menu.asp?loc=itly
WEB SERVICES http://www.microsoft.com/download
Xerox Consumabili http://www.support.xerox.com/go/prodselect.asp?Xlang=it_IT&m .....
Xerox Laser http://www.support.xerox.com/go/prodselect.asp?Xlang=it_IT&m .....

SOS Smanettoni Ora e Sempre

Ormai qui con tutto quello che mi si presenta in negozio bisogna cercare essere il più efficiente possibile: e per questo avere gli strumenti giusti nella cassetta degli attrezzi può fare la differenza.
Nella eterna rincorsa contro i virus e i danni che gli utenti riescono a combinare ho appena scoperto SARDU (Shardana Antivirus Rescue Disk Utility). In pratica sembra un aggeggio molto interessante che permette di far convivere su di una singola chiavetta varie diavolerie avviabili quali Antivirus, MiniWindows, Linux e tante altre.
Non ho ancora ben capito come funziona la creazione dell'oggetto, ma siccome mi è ben chiaro il risultato che si può raggiungere adesso riavvio il computer con Windows e vado a provare "il coso".
Appena ne avrò capito di più, scriverò in merito.
Questo è il link al sito ufficiale: http://www.sarducd.it/index.html

mercoledì, dicembre 08, 2010

recuperare un file OST

L'altro giorno da un cliente mi sono trovato in una situazione alquanto spinosa dove sembrava fosse andata persa tutta la posta elettronica di una postazione.
Cerca e ricerca e nella cartella nascosta del profilo dell'utente scopro che c'è ancora un file che dalle dimensioni poteva proprio essere quello della posta. Purtroppo normalmente Outlook salva le sue cose in file con estensione PST, in questo caso invece il file era di tipo OST.
I file OST sono usati quando Outlook viene collegato ad un server di Microsoft Exchange e servono come salvataggio "offline" dei messaggi che normalmente vengono consultati dal server stesso.
Una breve ricerca su internet mi fa capire che nemmeno Microsoft ha creato una utility per convertire il file OST in PST, ma volendo con 60 dollari le soluzioni ci sono.
Chiaro che di spendere 60 dollari non se ne parlava nemmeno, e quindi bisognava trovare una soluzione. ECCOLA! (questo ha funzionato per me in XP)

1) Bisogna chiudere Outlook
2) andare nel Pannello di Controllo
3) Scegliere 'Posta Elettronica'
4) ho premuto il bottone 'Account di posta'
5) a questo punto ho "Aggiunto un account di posta"
6) ho scelto account di tipo ?Microsoft Exchange Server'
7) ho impostato nome utente e server
8) e qui non ricordo perfettamente ma sono riuscito ad impostare quale fosse il file "offline" per i messaggi. (il mio file OST)

9) riavviato Outlook avevo nuovamente la mia posta

Con questa guida spero di aver salvato la giornata non solo a me.

domenica, dicembre 05, 2010

Internet e poi...

Ormai chi usa regolarmente internet lo sa, il nostro Internet Explorer, Firefox etc etc lasciano tracce circa la nostra attività sul web. Molti infatti avranno impostato il computer per far si che vengano cancellati sia la cornologia che i cookies quando chiudiamo il browser.
La maggior parte però non hanno questa abitudine e permettono a molti siti la raccolta di informazioni: Dove siete stati? Quante volte? Quando?
Se siete curiosi c'è un sito (What the internet knows about you) che appena aperto fa una rapida scansione delle informazioni disponibili e vi dice quali siti tra i 5000 più famosi avete visitato.
Non ho ancora 'sfrugugliato' molto tra le opzioni ma mi sa che si possano scoprire molte più cose interessanti.
Provate a cliccare a questo indirizzo: http://whattheinternetknowsaboutyou.com/

Dimenticavo, se usate Chrome o Safari il giochino non funziona, e sembra che anche Firefox dalla prossima versione 4.0 sarà immune da questi problemi.

domenica, novembre 28, 2010

Perché?


In realtà mi sarebbe nuovamente venuto voglia di intitolare il post con "Why, Because??" ma le ripetizioni dicono che non stanno bene.
Insomma mi sto chiedendo perché io sia qui a pagare il canone RAI come la stragrande maggioranza di voi, e poi debba essere vessato in codesta maniera.
Mi spiego meglio: da qualche giorno nella nostra zona lacustre, ma mi si dice che sia così anche altrove, i canali RAI non sono visibili via digitale terrestre. Direte voi: che problema c'è? tanto ormai alla tivvù non c'è altro che spazzatura...
Beh in effetti molto di buono non c'è ma qualcosa che uno amerebbe guardarsi potremmo anche trovarlo. Peccato che non se ne parli proprio di vedere.
A questo punto decido di sfruttare "l'arma segreta" e tiro fuori la connessione a internet e la webTV: la RAI infatti dichiara di permettere la visione delle sua programmazione direttamente online. Tutto vero se non sei un utente LINUX !!!!
Ma vacca la vacca (che è una affermazione e non una parolaccia, meglio che vaffa'nbicchiere) possibile che la RAI debba utilizzare una tecnologia delle balle quale 'Microsoft Silverlight' ? In più nella versione 3 che proprio su Linux non esiste in modo nativo ma con il nome di Moonlight prodotta da Novell e da mesi in versione beta con una qualità davvero scadente.
Vabbè, una volta superato il problema tecnologico appena apro il sito http://www.rai.tv mi devo sorbire un riquadro con della pubblicità (iniziamo bene, la pubblicità si vede perfetta), dopodichè scelgo RAI3 e mi devo sorbire altri 30 secondi (dico 30) di ulteriore pubblicità sempre perfetta. Una volta finita la pubblicità inizia il buffering del canale et voila' ... la visione è una schifezza: sarà che il computer che uso non è un mostro di potenza ma se vado su Youtube o Vimeo problemi non ce ne sono, e allora??
E allora grazie RAI, ma vaffa'nbicchiere

domenica, novembre 21, 2010

Why, Because ???

Titolo da legersi esclusivamente con spiccato accento barese.

Scrivo questo post sotto l'effetto della modalità "ne ho le tassche piene" (mi dicono di non essere volgare).
[sfogo]
Ne ho le tasche piene di tutti quelli che sputtanano questo mercato spacciandosi come esperti informatici essendo solo dei semplici smanettoni che alla fine non fanno altro che prendere in giro i clienti chiedendo cifre scorrette per servizi del tutto scadenti.
La carogna sulla schiena mi è montata poco fa dopo che cercando di sistemare un portatile di una cliente che lamentava strani malfunzionamenti e lentezza del suo sistema mi sono ritrovato con il portatile Asus che tutto ad un tratto mi dice che la copia di Windows7 non è autentica!! Ma porcaccia la misera, mi dico, eppure mi sembra un pc nuovo, cosa diavolo sarebbe la licenza di questa macchina?
Detto fatto giro a chiappe all'aria il computer e scopro che è stato venduto con Vista Home Basic e non Win7 Home Premium. Insomma per farla breve la signora ha dato il suo computer in mano a qualche fantomatico esperto di informatica (sapete l'amico che dice: non ti preoccupare, io me ne intendo) e questo le ha reinstallato il computer con una copia di Windows7 tarocca applicando poi l'hack di Windows Loader XE per rendere "definitiva" la licenza.
Bel mestiere, una licenza tarocca di Windows, Office 2007 altrettanto autentico e via, la signora riottiene il suo computer con un rassicurante "è tutto a posto" senza nemmeno avere l'idea che invece sta usando una cosa che sta insieme con il Vinavil. Dico questo perchè ormai negli anni tutti questi crack di Windows hanno dimostrato di essere efficienti quanto una Trabant sulla Salerno-Reggio Calabria.
Quanta gente c'è ancora in giro con copie tarocche di WindowsXP che non può usare Windows Update perchè altrimenti Microsoft si accorge del giochetto ???
Tutti questi espertoni usano il computer senza aggiornamenti e poi ovviamente sono sempre alle prese con virus e amenità varie che gli impestano il computer.
Certo: perché forse a molti non è ancora chiaro che gli aggiornamenti di Windows sono importanti per risolvere i buchi usati dai virus, prima che per migliorare il sistema stesso. Un sistema bacato è facile preda dei malware che fanno leva sulle carenze di Windows per attivarsi e scardinare le protezioni dell'utente.

Insomma basta, non ne posso più di chi "lavora" con estremità non adatte alla gestione di un sistema informatico. Se proprio ne ha così tanta voglia se lo faccia sul suo computer senza andare a combinare disastri sui pc altrui.

[/fine sfogo]

domenica, novembre 14, 2010

frnz e Twitter


Bene, qualche giorno fa con buona pace dei ritardatari mi sono iscritto a Twitter.
Lo so, lo so dico sempre che non amo i social network, ma tutto è avvenuto dopo averne visto l'uso che ne fa un amico. Così mi sono detto che forse forse avrei potuto iscrivermi anche io per condividere alcune delle cose che posso aver trovato interessanti in un modo veloce e indolore.
Qui sul blog se voglio condividere un'emozione o anche solo una interessante scoperta sul web alla fine sono obbligato a scrivere almeno qualche riga e a ragionarci: su Twitter invece le cose funzionano in modo molto più "stringato".
Con pochi caratteri tipo SMS si da una notizia a chi vuole seguire il profilo twitter desiderato. Così ho pensato di usarlo per condividere i preferiti/segnalibri che costantemente archivio nel mio browser. La cosa diventa rapida e chi vuole può poi autonomamente andare a curiosare tra le mie "scoperte" e farsi un'idea. Insomma un bel modo per condividere quando non si ha molto tempo come nel mio caso ultimamente
Poi se avete voglia oltre al twitter del frnz, potreste seguire il twitter di Spinoza

domenica, novembre 07, 2010

Mai più Senza


La foto di suo può non essere chiara alla prima occhiata, ma si tratta di una delle 'garzate' più simpatiche degli ultimi tempi. Lo definirei un (app)cessorio per Iphone: Nel senso che oltre alla classica App per il Pinball questi sono andati oltre e si sono inventati uno scatolo di plasica con la forma di un mini flipper per interfacciarsi con il 'melefono' al quale manca ormai solo una cannuccia per bere la Fanta.
Per essere un pezzo di plastica cinese forse $39,99 sono un po' troppi, ma volete mettere presentarvi in ufficio con il vostro nuovo Iphlipper (termine appena coniato) ;)
Pinball Magic per iPhone

domenica, ottobre 24, 2010

Linux e i "grossi nomi"


Oggi mi è passato per le mani un Acer Veriton venduto con Linux: Bella cosa mi dico, piccolo accattivante e costa poco grazie anche alla mancata tassa di "windows".
La richiesta però era quella di metterci Ubuntu, perchè il cliente lo conosce e ci si trova bene.
Prima di partire però con l'installazione mi sono detto: perchè non provare a vedere a che punto è arrivato Linpus (la distro Linux fornita da Acer). Accendo il computer e mi viene richiesta la lingua desiderata e nel giro di 2/3 minuti il computer è pronto a lavorare presentando una pagina come quella della foto. Bella idea mi dico, per un utente poco esperto è sicuramente molto semplice, sempra quasi un grosso cellulare con le sue belle icone grosse e semplici da capire. A questo punto ho cercato di farmi un'idea di come diavolo stesse messo il computer e ho fatto una bella scoperta: Il disco da 160GB era configurato per usarne solo 25 !!!!
Ma robe da matti: un utente che vuole solo usare il computer è già a piedi, non saprà mai come arrivare a creare una partizione e formattarla per usare i 130GB che mancano.
Apro 'gparted' e mi accorgo che Linpus non ha nemmeno previsto una partizione di 'swap' per la memoria virtuale: una scelta quantomeno bizzarra direi.
Ultima prova, prendo una chiavetta Wifi USB per collegarmi alla rete di casa e Lipus non fa una piega, nemmeno una mossa: per lui la chiavetta non esiste.... andiamo bene
Insomma Sembra quasi che venga fatto apposta, con tutte le distribuzioni complete, performanti e moderne questi mettono dei "quasi sistemi operativi" e poi "si chiedono" come mai Windows venda di più.... che caso!! Ci credo che un cliente sarà scontento una volta attivata la porcheria che Acer gli rifila come sistema operativo, il computer sembra un giocattolo, vuoi usare una periferica banale come una chiavetta Wifi e non va, vorresti installare il tuo multifunzione HP e non sai che pesci prendere e i programmi disponibili si limitano al minimo sindacale.
Unico vantaggio nell'acquistare questo Veriton è che almeno siamo sicuri che le periferiche installate sono certificate per Linux e quindi in pochi minuti potremo avere la nostra distribuzione preferita "up and running" sul nostro nuovo "giocattolo".
Peccato però che il mercato sia ancora così succube delle politiche imposte dal colosso di Redmond.

mercoledì, ottobre 13, 2010

IBM Lotus Symphony 3 Beta 4


Bene: come alcuni sapranno oltre a Microsoft Office esiste anche l'alternativa gratuita OpenOffice.org, ma decisamente meno sanno che Big Blue (IBM) ha messo nel suo paniere di offerta software la suite "Lotus Symphony".

IBM Lotus Symphony 3 Beta 4 is now available

Lotus Symphony 3 Beta 4 is now available! Give it a try. Tell us what you think.

Lotus Symphony 3 Beta represents a major new advancement for our Lotus Symphony users. Based on current OpenOffice.org 3 code stream. Lotus Symphony 3 Beta offers loads of new features and capabilities and improved file fidelity. The Lotus Symphony team is excited to get it out to you and get your feedback.


Come avete potuto leggere da questo pezzetto in inglese Symphony deriva anch'essa da OpenOffice.org ma ha sviluppato una personalità tutta sua pur mantenendo una fondamentale compatibilità in termini di documenti.
La vecchia versione di Symphony era decisamente poco performante e quindi poco fruibile, ma da quanto si legge è possibile pensare che con questa ultima beta le cose siano di molto migliorate.
Chi fosse interessato può scaricare e provare Lotus Symphony da questo indirizzo web.

domenica, ottobre 10, 2010

Esce la 10.10 il 10-10-10


E' uscita oggi la nuova release di UBUNTU Maverick Meerkat e non è un caso. Con un anticipo di un paio di settimane rispetto ai rilasci di fine mese ai quali eravamo abituati, ecco bella e pronta la nuova versione della mia distribuzione Linux preferita.
Come dicevamo la data non è un caso, ma non ci si poteva far mancare una occasione simile e quindi il 10 del 10 del 2010 esce la release che secondo la numerazione abituale di Ubuntu è la 10.10.
Non è una milestone, una pietra miliare, in quanto a novità o stravolgimenti, ma mi sembra che le scelte fatte sia in termini di applicazioni adottate e di pulizia generale siano decisamente azzeccate.
Ubuntu sta diventando ogni mese che passa una distribuzione sempre più fruibile dal grande pubblico con quelle che sono le dinamiche a cui il grande pubblico si sta abituando con l'avvento dei nuovi "smartufoni" (i telefoni intelligenti). Ecco che appare così l'Ubuntu Software Center che diventa il primo punto di partenza per la ricerca di applicazioni così come la gente usa l'AppStore di Apple con lo 'aifone'.
C'è poi la possibilità di ascoltare musica online e acquistarla per poi trasportarla sul proprio ipod, computer o ovunque ci venga in mente.
Le novità proseguono con la nuova interfaccia "Unity" per la Ubuntu Netbook Edition che è stata completamente ridisegnata per ottimizzare l'utilizzo dei piccoli video dei mini portatili tanto in voga in questo periodo.
Insomma per quanto non epocali le novità sarebbero anche molte altre, così come un nuovo font disegnato appositamente per Ubuntu che rende estremamente leggibili e chiari i menu e le scritte delle finestre.
Vi invito a visitare il sito ufficiale di Ubuntu e tutti quei siti che con entusiasmo creano la incredibile comunità di questa ottima distribuzione: troverete tutte le informazioni che vi potranno stuzzicare e magari portarvi a fare il vostro primo passo verso l'Open Source

mercoledì, ottobre 06, 2010

Cartasì, anzi cartaNO !!


O volendo come titolo potevo usare "Carta sì, Carta no la carta dei cachi". Ma insomma a parte il titolo veniamo ai fatti:
Oggi Stavo aiutando un signore 'diversamente giovane' all'uso della sua nuova carta di credito prepagata, con tutto quello che riguarda l'uso di PayPal e amenità varie, quando ad un certo punto STCIAK!! Mannaggia ho pestato una 'cacchina'.
Per farla breve ho scoperto con sgomento e sufficiente perdita di tempo che non è possibile utilizzare qualsiasi carattere nellìimpostazione della password di accesso al "Portale Titolari" di CartaSì, e nello specifico non è possibile usare la chiocciola (@).
La cosa più subdola è che non è stato poi così facile accorgersene: inizialmente ho iniziato la procedura di registrazione e la fase si è completata correttamente, ma quando ho provato ad eseguire il primo accesso mi veniva detto che le mie credenziali di accesso erano errate.
Allora chiamo il numero dell'assistenza dove una gentile signora mi manda una password provvisoria con la quale posso riaccedere e reimpostare la mia password preferita: risultato sono nuovamente chiuso "fuori".
A questo punto ho la 'folgorazione della chiocciola' (non avevo il parafulmine) e richiamo il servizio clienti: mi risponde un uomo al quale chiedo se ci siano restrizioni sull'uso del carattere maledetto e lui mi dice che non ci dovrebbero essere problemi e dunque restando in linea proviamo insieme. Anche questa volta sbatto il muso sulla porta e con l'ennesima password temporanea rientro e a questo punto getto la spugna.
In pratica tutta sta storia per dire che non si può usare il carattere della chiocciola (@) nella password di accesso al portale di CartSì, pena vedersela accettare in fase di creazione e poi ritrovarsi chiusi fuori casa una volta si cercherà di entrare.
Adesso lo sapete, niente panico dunque: nel caso siate qui per questo motivo chiamate il numero dell'assistenza, fatevi sbloccare l'account e non usate più il carattere proibito.

giovedì, settembre 30, 2010

'Sintel' Online il film realizzato con Blender

Volevo partire con tutto un 'pippolone' sul software open-source ma alla fine ho deciso di tagliare e andare direttamente alla notizia.
E' finalmente online disponibile per lo scaricamento gratuito, dopo un anno di lavoro, il film breve "Sintel". Questo corto di circa 15 minuti è stato interamente realizzato con il programma open-source Blender.
Blender è un grande programma di grafica 3D e rendering che è possibile installare in qualsiasi distribuzione Linux: certo non è un programmetto per tutti con le creazioni guidate per farci i nostri disegnini, ma se siete dei professionisti della grafica, o aspirate ad esserlo guardate un po' cosa è stato creato.


Inoltre è interessante sapere che il progetto legato alla Blender Foundation è stato rilasciato sotto la licenza Creative Commons per permettere ad altri artisti e sviluppatori di accedere a tutte le parti e particolarità di questa creazione così da imparare le tecniche necessarie a far crescere Blender come strumento professionale.

DOWNLAD
E' possibile scaricare il film sia in formato HD che in quello standard e in molti diversi formati, da MP4 a Divx a Flac e altri ancora. Lo scaricamento è disponibile sul sito Sintel.org

domenica, agosto 29, 2010

Italia puntoIT

Un breve post giusto perchè ogni tanto è bene ricordare e rinverdire la memoria


e ricordarci tutti degli sprechi e delle porcherie che ogni giorno vengono fatte con i soldi delle nostre tasse. Stavo leggendo il blog di un tizio toscano un po' fumino ma molto intelligente (gli dedicherò un post a breve) dove si parlava di sprechi e tra un esempio e l'altro ecco saltar fuori di nuovo la polemica circa il sito ITALIA.IT. Cito:
....l’elenco degli sprechi è infinito, e gli acquedotti devastati, e i cantieri alla Maddalena per il G8, e la valanga di soldi pubblici sperperata per realizzare siti di stramerda e tutto il resto.

Al di là delle accezzioni colorite usate dal nostro toscanaccio, c'è veramente da incazzarsi quando pensi che quella che vedete è la seconda incarnazione del sito www.italia.it, visto che la prima faceva ancora più schifo di adesso e quindi si è pensato (giustamente direi) di rifarlo. Peccato che per ogni realizzazione di questo sito sono stati spesi svariati MILIONI di EURI: si si, poprio MIGLIONI e non migliaia.
Se mi avessero detto la Presidenza del Consiglio ha speso centomila euro per questo sito mi sarei incazzato ma avrei abbozzato, se mi avessero detto che ne erano stati spesi trentamila non avrei fatto una piega (giusto farsi pagare anche bene se ne si è capaci) ma a sapere che sono stati spesi dei milioni allora non so che fare. Mi sento solo umiliato; è come vedere il delinquente che grazie a qualche schifoso cavillo esce libero dal tribunale e intanto ti sberleffa davanti alle telecamere.
Ovviamente leggendo di sprechi su quel blog ho deciso di tornare a fare un giro sul NOSTRO bellissimo italia.it e tanto per sfizio ho provato a sfogliare una delle varie sezioni chiedendomi come ad esempio avessero impostato il concetto dei consigli per viaggi e visite in Italia. Insomma mi chiedevo come potessero aver fatto a proporre dei percorsi specifici in questo nostro stupendo paese: qui appena proponi qualcosa e non qualcos'altro stai facendo un torto al secondo. Prima di fare clic mi sono detto: magari per un po' di tempo propongono delle cose e poi passano a delle altre, ma la realtà è ben più banale.
Non propongono un bel nulla, e il sito è la fiera delle banalità e degli stereotipi in salsa di pomodoro. Qui sotto riporto un pezzo che viene da "Idee di viaggio - Arte e storia".
L’Italia, il paese dell’arte e della storia.

L'Italia è sinonimo di arte e storia. Le bellezze artistiche sono ovunque e ogni angolo del Paese riserva infinite e meravigliose sorprese. Il nostro è uno dei maggiori patrimoni artistico-culturali del mondo. L'Italia ha il maggior numero di beni artistici e documentali dichiarati Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO. Roma, Firenze, Assisi, Venezia, Siena, Pisa o Napoli, sono solo le più note città d’arte del Paese, ma il territorio è disseminato di centri storici di incomparabile bellezza. I numeri lo confermano: 95.000 chiese monumentali, 40.000 fra rocche e castelli, 30.000 dimore storiche con 4.000 giardini, 36.000 fra archivi e biblioteche, 20.000 centri storici, 5.600 musei ed aree archeologiche, 1.500 conventi.

Sembra il temino ben fatto di un ragazzino di 2° media (inferiore ovviamente). copiato aprendo l'atlante Zanichelli.
Grazie di tutto!!

mercoledì, agosto 25, 2010

Il pannello di FLASH

Questa schermatina che vedete è una delle pagine del pannello di controllo del vostro Adobe Flash Player.
Questa è una di quelle cose che sanno davvero in pochi (parlo ovviamente di utenti normali), ma che invece è bene sapere. Così come il vostro browser preferito ha tutta una serie di preferenze modificabili anche il Flash Player ha un suo pannello di controllo.
Due aspetti caratterizzano questo pannello: la cosa simpatica è che ci permette di gestire con maggior oculatezza i parametri della privacy connessi ai siti che usano questa tecnologia, la cosa meno simpatica (per chi ha scheletri negli armadi) è che benchè tutti ormai sappiano cancellare la propria cronologia dal browser nessun sa che alcuni siti vengono memorizzati insieme a "flash cookies" in questo pannello lasciando varie evidenze.
Bene, vi starete chiedendo come raggiungere 'sto benedetto pannello: cliccate sull'indirizzo qui sotto e sarete sull'apposita pagina.
http://www.macromedia.com/support/documentation/en/flashplayer/help/settings_manager07.html

Adobe appena sotto il pannello ci ricorda che quella non è una semplice immagine ma è il pannello vero e proprio. Ci assicura che tutte le informazioni elencate sono salvate localmente nel nostro computer, che loro non vi hanno accesso (speriamo) e che è possibile specificare tutta una serie di parametri per ognuno dei siti visitati.
Bene buon divertimento dunque con Flash e i suoi meandri

martedì, agosto 10, 2010

Posta Elettronica Certificata

Premessa: non ne sapevo nemmeno io un gran ché se non per i concetti base e il minimo uso che ne potevo aver fatto fin qui, ma vorrei invece segnalarvi un ottimo articolo dal sito di TechPro che in modo completo ma decisamente comprensibile ci illustra pro e contro della soluzione tutta italiana della PEC.
Oltre al discorso PEC vengono anche illustrati i sistemi di firma elettronica che probabilmente alla fine possono essere utilizzati quali alternativa alla PEC, visto che quest'ultima alla fine ha ancora tutta una serie di PECche e di lati d'ombra che potrebbero essere impugnati in un qualche dibattimento dive si volesse portare quale prova l'invio tramite posta certificata di documentazione.
Per farla breve vi rimando a chi ne sa più di me e ha scritto questo interessante articolo; vi consiglio di leggere anche i commenti e le risposte ai commenti che seguono perchè sono un utile aggiunta al discorso.

lunedì, agosto 02, 2010

Tempodamare


E' con piacere che rubo da il blog de "Il fatto quotidiano" (che non è il solito spinellato) e vi propongo questa simpatica striscia di Bixby e Donald Soffritti.
Cliccate sull'immagine per ingrandirla

venerdì, luglio 23, 2010

Miiii, non ci posso credere!!!



Ragazzi, davvero faccio ancora fatica a crederci: e a dirla bene ancora non ci credo del tutto visto che il documento non ce l'ho in mano, ma pare che il 22 luglio 2010 io abbia conseguito la patente nautica per la conduzione di imbarcazioni a vela e a motore di max 24mt. e senza limiti dalla costa.
E adesso oltre che ad esserci un pericolo che circola liberamente da molti anni per le strade italiane c'è il rischio che ce ne sia uno anche per i mari della nostra bella Italia

YUPPIE!!!!

mercoledì, luglio 14, 2010

Italiani brava gente

Scriv, scriv scriv, scriv.... porc, vacc, schif, lur... cancell cancell cancell

Volevo scrivere di una cosa simpatica e allo stesso tempo polemica quanto basta per far ragionare ma devo dire che i tempi della rete mi hanno fregato e Google nel frattempo non mi è più di aiuto per questo post....
Sobh quante parole scritte inutilmente prima di accorgermi che non potevo più avere il "pezzo forte" dalla rete
Ma forse è andata meglio così: alla prossima

domenica, luglio 11, 2010

Pizzaaa...


Questa è una storia banale, ma mi andava di condividerla visto che parla di una impressione: e quindi una cosa tutto sommato che mi potevo anche tenere. L'altro giorno sono passato davanti a questa insegna (parte di una cosa più grande) e mi è sembrata geniale nella sua semplicità. Non so se avete presente quei simboli che trovate ovunque e servono per indicare i servizi piuttosto che le attività a disposizione o qualsiasi altra cosa con un simbolo semplice e che capisce chiunque al di la della lingua
Ecco che ad esempio come qui non c'è bisogno di spiegare che c'è una piscina, con il simbolo della foto in apertura non ci sarebbe bisogno di scriverci pizza (che per altro è una parola universale).
Insomma si potrebbe coniare come simbolo universale per indicare che è presente anche una pizzeria una versione senza scritta.
All'incirca una roba tipo questa:



mi sembra che potrebbe non lasciare adito a dubbi: se iniziasse ad essere usata questa immagine un po' dappertutto sono convinto che non avrebbe problema ad essere usata ufficialmente.

domenica, luglio 04, 2010

Recupero delle password


Come tutte le teconologie anche quella del recupero password può essere vista sia come un toccasana che come una soluzione pericolosa una volta nelle mani sbagliate. Però dalla mia posizione di "problem solver" in realtà mi sembra che sia proprio una possibilità importante.
Sono convinto che "i cattivi" hanno sicuramente dei tool che gli permettono cose che nemmeno ci immaginiamo, e noi invece con la scusa di una pseudo sicurezza dovremmo stare a guardare tecnologie che falliscono e non ci permettono più di accedere alle nostre strutture, ai nostri dati etc etc. Mi sembra un po' come l'eterna storia relativa ai sistemi DRM nella musica e video: anche qui chi ci rimette sono sempre e solo gli utenti legali che acquistano del materiale scadente e pieno di lacciuoli, e invece gli scaricatori di professione riempiono i loro Icosi e i loro hard disk di prodotti liberi da ogni vincolo.
Bene! Fatto il pippolone della premessa ecco il succo della storia: ho scoperto l'esistenza di questa software house che produce delle soluzioni che permettono di trovare o al massimo azzerare le password di molti prodotti informatici.
Avete un file di Excel protetto da password e non ve la ricordate? un PDF bloccato, un account di posta in Outlook di cui proprio non sapete la password? quelli della Elcomsoft offrono soluzioni specifiche per risolvere tutte queste casistiche e molte altre. Iphone, Internet explorer, Word, Excel, ZIP e RAR, Lotus, MSSql, Access, Wifi, queste sono solo alcune delle possibilità fornite dalle loro tecnologie.
Il sito sarebbe anche tradotto in Italiano, se non fosse che la traduzione deve essere stata fatta con qualche (valido) sistema automatico. In generale si capisce bene, ma in inglese le cose sono decisamente più chiare
A questo indirizzo potete trovare i tool. Sono tutti a pagamento ovviamente, ma alle volte vale la pena spendere qualche soldo per risolvere problemi che avrebbero un risvolto molto più oneroso.

martedì, giugno 29, 2010

Skype e le faccine perdute

Lo so, lo so: sono veeecchio, uso ancora Skype e nemmeno Messenger in più non bazzico il Fessbuk e quindi finirò nel girone dei noiosi. Non voletemene, le varie tecnlogie le ho provate tutte ma alla fine qui è un po' come quelli che usano Iphone e quelli che invece usano Blackberry: due filosofie diverse.
Tornando all'argomento del titolo, eccovi una lista con delle "faccine" (emoticons) che non troverete nella lista di quelle che Skype presenta standard. Questa lista è una lista di testo e non disegni perchè è così che potrete ottenere le faccine. Scrivendo la parolina racchiusa tra parentesi una volta dato l'invio al messaggio come per magia apparirà la faccina corrispondente.
Ad esempio se scrivo (ci) mi apparirà il cugino di Bob Marley.

(ci) Fuma
(rock) Rock
(headbang) oppure
(banghead) Sbattendo la testa contro il muro
(flag:it) o qualsiasi codice di nazione per la rispettiva bandiera
(fubar) Sei matto
(bug) Bug o insetto
(tmi) Troppe informazioni
(poolparty) Festa balneare
(swear) Senza parole
(mooning) Sedere
(toivo) Uomo con cane
(finger) Dito
(bandit) Bandito
(drunk) Ubriaco
(skype) Skype
(heidy) Scoiattolo
(smoking) oppure
(smoke) oppure

Qui sotto potete vedere alcune di queste emotiche.



Inoltre è possibile indicare una bandiera usando la sintassi (flag:xx) dove xx sarà il codice internazionale della nazione (es: it, uk, fr, de). Qui sotto una specie di battaglia navale per individuare facilmente le varie nazioni.

venerdì, giugno 25, 2010

Capirne di più della rete telefonica

Vi siete mai chiesti come diavolo funziona la rete telefonica che collega tutte le nostre case e ci porta la nostra amata e odiata ADSL ?
Bene, vorrei segnalarvi questo interessante video di Stefano Quintarelli, esperto di TLC che ci racconta un po' lo stato dell'arte della rete telefonica odierna e di quelle che sono le problematiche per la nascita di una nuova rete in fibra ottica che possa essere comune alle vare aziende di telecomunicazione così da favorirne (pia illusione) la concorrenza.

Fibra per l'Italia: perché è importante e quali sono gli ostacoli from Stefano Quintarelli on Vimeo.

domenica, giugno 20, 2010

Motore a gatto imburrato

Qvesto arkticolo tratta della krande forza che è la SCIENZA!


Il motore a gatto imburrato è una forma di propulsione ecologicamente compatibile con l'ecosistema, grazie alla quale il famoso fisico austriaco Erwin Schrödinger vinse il premio Nobel nel 1933 per aver dimostrato come arrivare al moto perpetuo. In verità il gatto imburrato creò un vortice che spazzò via tutti gli avversari di Schrödinger per il premio Nobel per la fisica, che per questo motivo quell'anno fu da lui vinto.

Vi invito ad un approfonditmento per capirne di più

venerdì, giugno 18, 2010

Maddalena sta per sposarsi, o quasi

ehi, ehi ehi ehi... Io Maddalena non la conoscevo, e ancora poco la conosco ma sono partito direttamente dal una richiesta di matrimonio... micamaleneh ;)
Per il momento condivido con voi l'appello 'urbi et orbi' della nostra video blogger e poi andremo a vederci i suoi video precedenti, che sicuramente mi ispirano essere di un certo cipiglio...



tanti auguri....

giovedì, giugno 17, 2010

ProntoPC e l'internet Point


Oila' quasi quasi oggi mi sono emozionato. Dopo aver atteso 60 luuunghissssimi giorni voluti dalla Questura per fare i suoi controlli "anti terrorismo" o per qualsivoglia motivo possano addurre, oggi è entrato il primo cliente al quale ho potuto dire "Prego il computer è a disposizione".

Insomma, avrei una gran voglia di fare un pippolone polemico per dire che in Italia siamo degli specialisti nel rendere complicata ogni cosa, ma sostanzialmente ve lo risparmio . In effetti è abbastanza bizzarro che in un periodo di crisi come questo chi ha la voglia di provare a rischiare sia ulteriormente messo in difficoltà da regole come quella che ti obbliga ad attendere 2 mesi per avere una licenza di internet point.
I due mesi sono passati dovendo giustificarsi con i turisti che entravano per chiedere di poter usare quei bei computerini che facevano (e per fortuna fanno) bella mostra di se.
-Mi spiace c'è una legge per cui non posso farvi navigare, tornate dopo metà giugno. Grazie-.
Questa era la tipica frase che mi permetteva di tenere a bada gli avventori che sentendo la parola "legge" in qualche modo accettavano la delusione per la 'navigatio interrupta'.

Oggi invece vedo entrare un signore e tra me e il 'franz' mi son detto: io questo l'ho già visto ?!?. Certo!! era venuto qualche giorno fa e anche lui era stato invitato a tornare quando i tempi fossero stati maturi, ed eccolo qua.
Gli ho spiegato come funziona il giochetto della "navigazione ad accumulo" e lui si è messo tranquillamente a sbrigare le sue cose mentre con Danilo abbiamo proseguito con le operazioni di messa a punto del suo nuovo pc.
Per chi non lo sapesse la 'navigazione ad accumulo' è quella possibilità che permette all'utente di acquistare una certa quantità di tempo di navigazione e poi utilizzarlo in più sessioni fino al raggiungimento del tetto massimo acquistato.
Mi sembrava fosse una soluzione migliore rispetto alla modalità 'time to finish' che considera l'uso tutto in una sessione: in pratica se acquisto 1/2 ora e poi navigo 10 minuti i restanti 20 minuti vengono persi.
Devo dire che una cosa di cui vado abbastanza contento è anche la possibilità di fornire il servizio internet in 4 lingue. Con questo intendo che a differenza di quello che potrei fare fornendo il servizio con computer equipaggiati con Windows, usando invece Linux è possibile installare nello stesso computer tutte le lingue che ci aggrada.
Nello specifico ho deciso di installare le 4 maggiori lingue europee (ita, eng, fra, deu) sperando di fare cosa gradita a tutti quei turisti che si sarebbero trovati a disagio di fronte ad un pc banalmente installato in Italiano.
La cosa bella di Linux è che quando si aggiunge un idioma, questo non si limita ad uno specifico programma (magari firefox) ma si applica a tutto il sistema operativo, ai messaggi di servizio e alle applicazioni disponibili. Ecco ad esempio che un se un Francese vorrà scrivere un documento con la video scrittura una volta aperto OpenOffice si troverà certamente a suo agio con tutti i menu nella sua amata lingua.
Speriamo poi che in realtà la cosa venga capita ed apprezzata.